Lavoro sicuro Regione Toscana, nel 2015 riscossi 4 milioni e 900mila euro

0

FIRENZE – 4 milioni 900mila euro. Questa la cifra riscossa nel 2015 dalle Asl delle Regione Toscana in seguito ai controlli sulla sicurezza sul lavoro eseguiti sulle imprese in gran parte cinesi delle aree di Prato, Empoli, Firenze, Pistoia.

I 4 milioni e 861 mila euro riscossi sono i risultati del progetto Lavoro sicuro, avviato dalla Regione dopo l’incendio dello stabilimento Teresa Moda, dove il 1 dicembre 2013 morirono sette operai cinesi.

Seguendo il programma di vigilanza che mira a controllare 7.700 aziende in tre anni a partire da settembre 2014, al 2015 sono state ispezionate 4.415 imprese, numero pari al 57,3% del totale, e ammontano a oltre 6 milioni di euro le sanzioni incassate.

“La crescita delle sanzioni riscosse costituisce un significativo indizio di cambiamento. L’idea è che stiano ulteriormente crescendo le imprese che scelgono, sia pur dopo i controlli, di mettersi in regola. Erano già molte ad aprile del 2015 dopo otto mesi di verifiche, ultimo dato disponibile: l’84,4% in media, un po’ di più a Firenze e Pistoia, un po’ meno ad Empoli. La certezza si avrà con le statistiche aggiornate, attese prossimamente. Di fatto stanno aumentando anche le imprese a posto al primo controllo, naturalmente solo per i profili di igiene e sicurezza sui luoghi di lavoro. Sono state il 43,7% negli ultimi mesi del 2015 in tutta l’area metropolitana, ovvero più quattro su dieci. Sono più di quante erano all’inizio, il che è un’altra buona notizia”.

Info: Lavoro sicuro Regione Toscana, dati sanzioni 2015

Condividi questo articolo