Amianto, mesotelioma, previsto un assegno una tantum per il periodo 2015-17

2

Ai malati di mesotelioma che abbiano contratto la patologia o per l’esposizione familiare a lavoratori impiegati nella lavorazione dell’amianto oppure per l’esposizione ambientale comprovata, spetta un assegno di 5.600 euro una tantum: questo quanto reso attuativo dal decreto interministeriale del Lavoro e dell’Economia del 4 settembre 2015*. (Leggi: circolare Inail 6 novembre 2015 n.76 con indicazioni e aventi diritto).

In via sperimentale, in quanto non sarà prorogata dopo il 2017, si legge nell’art. 1 del decreto, per gli anni 2015-2017 l’Inail erogherà l’assegno di 5.600 euro ai soggetti che ne abbiano titolo e che ne facciano richiesta. Si tratta, quindi di una prestazione una tantum, un risarcimento che non ha carattere continuativo.

Le somme necessarie per le prestazioni dell’assegno saranno prelevate dal Fondo per le vittime dell’amianto**. Le economie sono state costituite negli anni 2008-20010.

Il decreto interministeriale è attuativo del c. 116 della Legge di stabilità (L.190/2014).
** Art. 1, c. 242 della L. 244/2007.

Info: Ministero Lavoro decreto interministeriale 4 settembre 2015

Condividi questo articolo