Esclusione reperibilità Inps dipendente di privati con patologie gravi, decreto in GU

0

ROMA – Esclusione dall’obbligo di reperibilità Inps. Pubblicato in Gazzetta Ufficiale 21 gennaio 2016 il decreto del Ministero del Lavoro 11 gennaio 2016 Integrazioni e modificazioni al decreto 15 luglio 1986, concernente le visite mediche di controllo dei lavoratori da parte dell’Istituto nazionale della previdenza sociale.

Il provvedimento, previsto da un’integrazione apportata al Decreto legge 12 settembre 1983, n. 463 dall’articolo 25 del Decreto legislativo 14 settembre 2015, n. 151 (attuativo Jobs act), indica l’esclusione dalla reperibilità per lavoratori subordinati, dipendenti di privati, che si trovino nelle circostanze di:

a) patologie gravi che richiedono terapie salvavita;
b) stati patologici sottesi o connessi alla situazione di invalidità riconosciuta.

Le patologie devono essere documentate, l’invalidità “deve aver determinato una riduzione della capacita’ lavorativa, nella misura pari o superiore al 67 per cento”. (Leggi: la circolare e le linee guida pubblicate il 7 giugno 2016).

Info: GU 21 gennaio 2016 decreto 11 gennaio esclusione reperibilità Inps 

Condividi questo articolo